Letterina di Natale all’ Amministrazione comunale: L’uomo propone…

Un tempo i ‘panettoni’, oggi le…’bare’

Che i cittadini di Piazza Armerina siano sempre molto fantasiosi nel personalizzare con nomignoli ambigui i complementi d’arredo urbano (specie se si tratta dei dissuasori (un tempo ‘persuasori’) di piazza Cattedrale), non ci piove.

Però, è anche vero che , dovere del cittadino mediamente intelligente, non è solo quello di avanzare critiche e per giunta nel peggiore dei modi, ma di accompagnare alla critica la proposta.

In breve, un cittadino criticone che si rispetti, dev’essere anche mooolto propositivo per natura.

Ed è per questo che, da cittadina piazzese quale sono, colgo l’opportunità offertami dal presente mezzo di comunicazione, per lanciare la mia proposta alla voce “panchine/dissuasori di piazza Cattedrale”, affinché l’odierna Amministrazione l’accolga.

“Cari amministratori, io vorrei che Piazza Armerina diventasse, nel più breve tempo possibile, un centro culturale di ampio respiro, e – ispirandomi alle più stravaganti e turisticamente coltivate città europee (in primis quelle da me visitate) – propongo che, prossimamente, la nostra piazza Cattedrale si doti di una installazione artistica a mo’ di panchina, come questa:

(anche se non strettamente prelevata dal Parc Guell di Barcellona (Catalogna) in cui attualmente si trova, ma che ci si avvicini almeno un pochino 🙂 )

Bella, grande, comoda, sinuosa, che circondi Marco Trigona in un caldo abbraccio così da farlo sentire meno solo! E per quanto riguarda la colorazione in sintonia con la piazza, si potrebbe indire una gara tra gli artisti-artigiani locali previa votazione da parte della cittadinanza”.

Io ho proprosto, voi disporrete. 🙂

Attendo risposta per questo Natale.

Grazie!

Cordialmente

Ambra Taormina

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: