L’amministrazione comunale: “falso il messaggio dell’assessore Razza sull’ospedale Chiello”

[Comunicato Stampa]

“in merito al consiglio comunale dell’1 ottobre, l’amministrazione comunale esprime profonda amarezza e indignazione in merito alle gravi accuse mosse nei confronti dell’assessore regionale alla sanità, avv. Ruggero Razza, rivolte dal comitato “pro chiello” . Ancora un volta i detrattori, non rassegnati al risultato delle elezioni dello scorso giugno, intentano sceneggiate palesemente false e calunniose volte a colpire questa compagine amministrativa. L’assessore Razza non solo non ha mai mandato alcun messaggio alla signora Rovetto, ma, anzi, è stato il destinatario, suo malgrado, della missiva letta in consiglio comunale da parte della stessa. La domanda che spontaneamente sorge, a questo punto, è un’altra: chi si cela dietro questo vile attacco?!? Chi istiga e utilizza come strumento denigratorio una donna di oltre settant’anni? Nel frattempo Attendiamo le scuse del consigliere Alberghina per le gravi affermazioni fatte sui social network , che anziché stigmatizzare azioni che offendono le pubbliche istituzioni, alimenta assurde polemiche del tutto infondate. Ringraziamo e ci scusiamo allo stesso tempo con la dirigenza Asp, nella persona del commissario dott. Salina, che ha partecipato ai lavori consiliari, su richiesta di questa amministrazione, e che ha dovuto assistere ad uno “spettacolo” che mortifica l’intera città. Auspichiamo che azioni di questo tipo non accadano più”.

L’amministrazione comunale

[Nota di Benito Rausa: il messaggio a cui si fa riferimento era stato letto dalla Signora Rovetto. Nel messaggio, in poche parole, il presunto Assessore Regionale Ruggero Razza denigrava l’operato degli operatori dell’ospedale Chiello ed a sua volta definiva lo stesso ospedale come “fantasma” destinato cioè ad esser chiuso. Quel messaggio, letto in consiglio comunale, aveva suscitato perplessità circa la veridicità, non solo per i contenuti ma anche per i modi in cui erano stati espressi. Nei prossimi giorni verranno fatti ulteriori chiarimenti su questa vicenda che assume i contorni di una “fake news” vale a dire una falsa notizia, da capire inoltre ci sarà chi ha usato la combattiva signora Rovetto.]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: