La Gear Bevande Calì batte il Catania c5 e passa il turno tra luci e ombre.

GEAR Bevande Calì vs Catania c5 6 – 5
Giovedi 13 settembre partita decisiva per la qualificazione ai quarti di coppa Italia CLACIO a5 serie C1 che vede la GEAR ospitare il Catania c5. E’ la prima partita che la GEAR gioca al Palaferraro, dopo aver abbandonato l’ormai storico impianto di Sant’ Antonio che è stato teatro delle gare casalinghe disputate nei primi cinque anni di storia di questa società.
La partita inizia a ritmi molto bassi , entrambe le squadre risentono dei carichi della preparazione atletica. Nei primi minuti si gioca in una fase di stallo con sterile possesso palla senza particolari occasioni da entrambe le parti. Il primo squillo arriva al minuto 8 con Tamurella che sciupa un’ottima occasione su assist di Emanuele Alessandro. Subito dopo è il numero 23 del Catania a sbloccare il risultato con un diagonale che trafigge Troìa.

Passano pochi minuti e gli avversari raddoppiano grazie ad un uno due micidiale che lascia sul posto una difesa distratta e disorganizzata. In occasione del raddoppio anche il portiere non è esente da colpe. Nel momento peggiore per la GEAR è Tamurella ad innescare con un assist sul secondo palo che Bruno finalizza alla perfezione ed 1 a 2. Ancora un’ altra occasione per la GEAR , questa volta è Alessandro che a tu per tu con il portiere spreca la palla del pareggio. Gli avversari trovano la via della rete su un calcio di punizione deviato e si portano in vantaggio di due reti. Altra dormita della difesa dei padroni di casa che costringe Troìa ad un’uscita disperata per salvare il quarto gol. La GEAR è senza idee e gli avversari sembrano superiori sul piano tattico, Tamurella e Alessandro non riescono ad incidere sul match. Le squadre rientrano in campo dopo un minuto in cui mister La Morella ha parlato animatamente con i suoi ragazzi. Ed è con una fortunata deviazione sul tiro di Rolo che la GEAR accorcia le distanze grazie al gol di Falcone. Sul finire del primo tempo è Falcone a stravolgere la partita con due gol: il primo sugli sviluppi di un calcio d’angolo e il secondo ribattendo a rete una debole respinta del portiere avversario. Il primo tempo finisce 4 a 3 per i padroni di casa.
Nel secondo tempo i ragazzi di mr La Morella sembrano avere più fiducia e riescono a portarsi ancora in vantaggio per 5 a 3 grazie a un gol di Tamurella. Quando la partita sembra in totale controllo arriva un calcio di rigore per il Catania. Il numero 4 degli ospiti è freddo sul dischetto e batte Troìa. Il Catania prova una reazione e mette sotto i padroni di casa che per alcuni minuti non riescono più ad essere pericolosi. Ennesima azione del Catania : Falcone si perde il numero 3 avversario che taglia alle sue spalle e a tu per tu con Troìa non sbaglia e sigla il gol del pari. I padroni di casa non si demoralizzano e tornano alla carica, è proprio Falcone a trovare il gol vittoria con un fortunoso tap in dopo l’errore del portiere del Catania. La GEAR approda cosi ai quarti di finale, con un rocambolesco 6 a 5 in una partita in bilico fino alla fine. Si sa , la fortuna aiuta gli audaci ma se mr La Morella vuole andare avanti in questa competizione servirà qualcosa di più nella prossima partita.
Il migliore in campo è Falcone che si abbatte come un uragano sul Catania C5.
Il peggiore è Tamurella : non riesce quasi mai a trovare lo spunto giusto, ci ha abituato a ben altre partite.

Giuseppe Nicotra

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: