UGL: sulla ex condotta agraria promesse non mantenute?

Al Presidente della Regione Siciliana

segreteriagabinetto@regione.sicilia.it

All’Assessore Regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica

assessore.autonomiefunzionepubblica@regione.sicilia.it

All’Assessore Regionale dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea

assessore.risorseagricole@regione.sicilia.it

Oggetto: Piano di rimodulazione dell’assetto organizzativo dei Dipartimenti regionali in attuazione dell’art. 49 della legge regionale 7 maggio 2015, n. 9. – Ufficio intercomunale agricoltura di Piazza Armerina ed Aidone.

È trascorso quasi un anno da quando l’Amministrazione regionale ha dato avvio alla rimodulazione dell’assetto organizzativo dei Dipartimenti regionali, realizzato senza tener conto delle reali esigenze della collettività ed, in questo caso, delle imprese agricole ma badando solo a logiche che, in assenza di motivazioni razionali, appaiono incomprensibili: chiudere infatti l’ufficio periferico dell’Ispettorato agrario di Enna con sede a Piazza Armerina (la ex condotta agraria) al centro di un territorio agrario di più di 20.000 Ha e decentrarlo, provocando un disservizio alle imprese, è inspiegabile.

Durante questo anno sono state avanzate da più voci, e più volte, promesse, fino ad oggi, non mantenute che hanno tuttavia instaurato delle aspettative nel Personale che oggi, a due mesi dalla scadenza del contratto di locazione degli attuali uffici, vivono nell’incertezza e con lo stress di non conoscere il loro destino lavorativo.

La mancata concretizzazione delle promesse fa nascere il dubbio che ci si sia dimenticati della questione.

Noi, nell’interesse dei lavoratori e delle imprese che operano nel territorio, vogliamo evitare che “la questione ex condotta agraria di Piazza Armerina” cada nell’oblio e chiediamo, per l’ennesima volta, la modifica del decreto del Presidente della Regione del 14 giugno 2016, n. 12 al fine di istituire l’Ufficio intercomunale agricoltura di Piazza Armerina ed Aidone.

 

Il RSA

Dr. Patrizio Roccaforte

Il Segreterio Provinciciale

Dr. Cesare Maddalena

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: