Succdì aogg- è accaduto oggi 2 Novembre

Il 2 Novembre 1975 viene ucciso, nei pressi dell’idroscalo di Ostia, Pier Paolo Pasolini. Fu una morte violenta, Pasolini venne prima percosso e poi investito con la sua stessa auto, come colpevole fu indicato Pino Pelosi e le motivazioni che scatenarono la violenza sono da ricercare nelle pretese sessuali avanzate da Pier Paolo Pasolini. Questa versione viene confermata dai giudici, ancora oggi però non tutti sono d’accordo e sull’omicidio di Pasolini le ipotesi sono diverse e vicine alle teorie del complotto.

Pier Paolo Pasolini è stato uno scrittore, un regista, un poeta, un giornalista, un sceneggiatore ed un drammaturgo, la sua figura è molto conosciuta in Italia. Personaggio ambiguo Pasolini, diverse furono le accuse a suo carico a causa di suoi atteggiamenti alquanto stravaganti, ricevette infatti ben 24 denunce\querele di vario genere.

Le sue opere sono tantissime e molte rispecchiano la particolarità dell’uomo Pasolini, lo si vede nelle sue opere letterarie e lo si vede nei suoi film come ad esempio “Salò o le 120 giornate di Sodoma” (tratto da un romanzo di De Sade),  ma aldilà di tutto ciò, Pasolini era oltre l’epoca in cui viveva, i suoi scritti, le sue interviste suonano oggi come sentenze di un uomo che sembrava già conoscere il futuro. Pasolini o lo si apprezza o non lo si apprezza, non c’è una via di mezzo per lui.

Pier Paolo Pasolini

Un invito caloroso a cercare su Internet le opere e le interviste di Pasolini.

« L’Italia è un paese che diventa sempre più stupido e ignorante. Vi si coltivano retoriche sempre più insopportabili. Non c’è del resto conformismo peggiore di quello di sinistra, soprattutto naturalmente quando viene fatto proprio anche dalla destra »

Benito Rausa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: