Si è costituito il comitato permanente sull’emergenza idrica

La questione acqua è un tema rovente, i cittadini piazzesi continuamente vittime di questo sistema che, al momento, pare offrire solamente disservizi: tante le lamentele nei confronti di AcquaEnna, molteplici i distacchi dei contatori dell’acqua, perenne l’emergenza della siccità, tutti fattori che stanno ulteriormente esasperando gli animi dei cittadini piazzesi.

In data 12 Gennaio 2017 si è tenuta un’assemblea cittadina sull’emergenza idrica che sta colpendo la città di Piazza Armerina. L’assemblea ha visto tra gli organizzatori Fabrizio Tudisco, che è stato supportato da Salvo Sinagra, Walter Procaccianti e Pippo Bruno di Assoconsumatori.

Durante i lavori dell’assemblea, Fabrizio Tudisco ha più volte sottolineato che lo scopo di tale incontro non è assolutamente quello di mera critica nei confronti di amministratori o ex amministratori, la spasmodica ricerca del responsabile di turno non deve appartenere al comitato nascente, che, deve basarsi piuttosto su proposte e soluzioni alla problematica che oramai affligge la città di Piazza Armerina. La continua ricerca di un colpevole non ha portato assolutamente alla risoluzione della problematica.

Grazie alla memoria storica e alla preparazione di Salvo Sinagra e Walter Procaccianti, si è informata la platea sugli aspetti legati al bacino idrico della città, spiegando nel dettaglio la situazione legata alle vicende delle falde acquifere e a diversi aspetti della creazione dell’ATO idrico; Pippo Bruno (Assoconsumatori) ha spiegato una serie di problematiche legate ad AcquaEnna, come quella importantissima del pagamento delle partite pregresse, definite come una ripartizione “del mancato guadagno di AcquaEnna”, tale operazione fu autorizzata dal Governo di Mario Monti e che presenta diversi aspetti illegittimi.

Diversi ed interessanti gli interventi della folta platea, tanta la rabbia dei cittadini piazzesi.

Alla fine dell’assemblea si è costituito un comitato permanente per l’emergenza idrica, il comitato è aperto a chiunque abbia voglia di esser propositivo e di lavorare ad una soluzione che possa arginare/risolvere la problematica acqua. Seguiranno aggiornamenti e comunicati sullo stato dei lavori del comitato.

Benito Rausa

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: