La Legambiente celebra la Festa dell’albero

COMUNICATO STAMPA

FESTA DELL’ALBERO ALL’ISTITUTO COMPRENSIVO CORDOVA CAPUANA

LEGAMBIENTE CHIEDE L’APPLICAZIONE DELLA LEGGE 10/2013
CON LA MESSA A DIMORA DI UN ALBERO PER OGNI BAMBINO NATO O ADOTTATO.

Si è svolta martedì 22 novembre, presso l’Istituto Comprensivo Cordova-Capuana, sia ad Aidone che a Piazza Armerina, in collaborazione con Legambiente, la tradizionale Festa dell’albero, che quest’anno ha visto anche una “anteprima” lunedì 21 presso l’ecostazione, insieme ai bambini della scuola dell’infanzia del plesso Trinità.
“La festa dell’albero – dichiarano i responsabili del circolo Legambiente di Piazza Armerina – è sempre un momento di grande emozione per i cittadini più piccoli. A Piazza Armerina l’abbiamo sempre celebrata, dal 1997 ad oggi, ma purtroppo con scarsi risultati. Abbiamo piantato ed affidato alla città centinaia di alberi, ma di questi non ne è rimasto alcuno. E’ per questo che quest’anno abbiamo pensato di puntare maggiormente sulla sensibilizzazione dei più piccoli, come già fatto durante le estati precedenti quando abbiamo, anche con l’abbraccio all’albero, cercato di creare un forte legame emozionale tra bambini e natura.
Lunedì 21, in ecostazione, abbiamo incontrato le classi dell’infanzia del plesso Trinità e, con l’aiuto di cartoni animati, abbiamo spiegato ai bambini l’importanza della raccolta differenziata e degli alberi in città. Al termine abbiamo donato ai bambini delle piantine di corbezzolo, una pianta tipica, ma ormai rara, dei territori mediterranei, da poter coltivare nel giardino della scuola.
Martedì 22, ad Aidone e presso il plesso Canali di Piazza Armerina, si è svolta una vera festa con protagonisti i bambini che con poesie, canti e disegni, hanno celebrato l’importanza dell’albero. Anche durante questa seconda giornata abbiamo donato delle piantine di corbezzolo.
Ma la Festa dell’albero per Legambiente non finisce qui.
In questi giorni- continuano i responsabili – stiamo valutando la possibilità di donare un albero adulto alla città, da collocare in un’area ben visibile e possibilmente controllata, o in alternativa, donare la realizzazione di un’aiuola all’interno di una scuola materna.
Non va, inoltre, dimenticato che, in coincidenza con la nostra campagna ed esattamente il 20 novembre, si è celebrata la “Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”. La data ricorda il giorno in cui l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò, nel 1989, la Convenzione ONU sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.
Tra questi diritti va certamente annoverato quello alla disponibilità di verde pubblico per il quale, nel 2013, è entrata in vigore in Italia la L.10 che obbliga ogni Comune a mettere a dimora un albero per ogni bambino nato o adottato nel Comune stesso. E Legambiente reitera la richiesta di ottemperare al disposto della legge.
Al comune di Piazza Armerina, nel contesto degli obblighi imposti dalla legge, va comunque un piccolo primato perché è stato tra i pochi ad accogliere la richiesta, a livello regionale, di Legambiente, cui a Piazza sono aggiunti anche gli scout di Piazza Armerina 1, per l’avvio delle procedure per la realizzazione degli alberi monumentali.

L’UFFICIO STAMPA PIAZZAMBIENTE

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: