La Gear Bevande Calì vince il derby schiantando l’Enna Calcio

La Gear domina contro l’Enna. Gear Bevande Calì – Enna 7-1

Nella nona giornata di campionato di Serie C1 del girone A, la Gear è chiamata ad affrontare in casa l’Enna. Le due squadre si conoscono molto bene, una rivalità storica, inoltre le due squadre sono le due neopromosse in questa categoria. In questa giornata uggiosa la Gear deve continuare a vincere come già fatto ad Alcamo. La partita inizia con un goal tempestivo di Luca Tamurella al 2” minuto su azione da calcio d’angolo che, minuziosamente, trova il goal.

La squadra si rende subito molto pericolosa con un Suffia indiavolato che cerca il goal su contropiede non trovando di poco lo specchio della porta. Al 6” minuto di gioco viene concessa una punizione dal limite per gli ennesi,  Andrea Savoca (chiamato a sostituire Dario Troìa tra i pali) piazza benissimo la barriera ed evita ogni rischio. La Gear all’8” minuto di gioco si rende ancora pericolosa con un tiro insidioso del capitano Mirko Russo e Luca Tamurella colpisce la traversa. All’11” minuto Mirko Russo con un lancio geniale manda solitario a rete Luca Filetti che a tu per tu la spara addosso al portiere non trovando un goal strepitoso. Al 13” punizione per gli Ennesi che cercano disperatamente di rientrare in partita, ma Andrea non si fa trovare impreparato nemmeno questa volta, con una super parata permette anche la ripartenza dei compagni e Suffia sul contropiede non riesce a trovare il goal. Al 17” Tamurella trova il raddoppio servito da Russo dalla destra. Al 25” Salvatore Bruno recupera un ottimo pallone e conclude a rete non trovando la porta di pochissimo. Al 28” Scroppo colpisce un palo su azione personale da sinistra. L’Enna però cerca di rimanere in partita e con un tiro dalla propria aria piccola riesce a trovare un goal con un sorpreso Andrea Savoca che vede il pallone abbassarsi un attimo prima di sbattere sulla traversa ed entrare in rete, un goal surreale che permette all’Enna di accorciare le distanze. Al 30” la Gear paga i troppi falli concedendo un tiro libero agli avversari, tiro libero facilmente parato da Andrea Savoca che non permette nulla agli avversari. Si chiude il primo tempo con il risultato di 2 a 1. Inizia il secondo tempo e al 4” minuto di gioco Tamurella sigla la tripletta personale con una serie di ribattute che lo mandano in rete. Al 6” minuto Russo con un tiro al tritolo trova l’incrocio dei pali. Al 12” Luca Filetti cerca i tiro ma non trova di pochissimo lo specchio della porta. E’ un vero è proprio assedio, ed al 13” Tamurella con un assist al bacio dalla destra di Filippo Suffia deve solo appoggiarla a rete, un assist da vero numero 10 che fa brillare la squadra per la sua generosità e permette al compagnio di trovare la quarta rete personale nella partita. Al 15” e al 16” si aggiunge alla gloria dei compagni la prima doppietta personale in questo campionato del Baby talento Simone Falcone che prima trova l’assist del capitano Russo e dopo trova il goal con una ribattuta a rete. Durante la fase finale della gara Scroppo cerca disperatamente il goal, prima ci va molto vicino con un contropiede che finisce di poco a lato e subito dopo trova il tap in vincente. Non c’è storia una gara assolutamente dominata dai padroni di casa che si conclude con il risultato di 7 a 1. Una stupenda partita di tutti quanti i giocatori che sembrano aver ritrovato la lucidità dopo un periodo molto buio.

In allegato le parole dell’allenatore e il tabellino statistiche: “ Una vittoria nel derby è sempre importante, specie per noi che in campionato non avevamo mai battuto l’Enna. Devo dire che ieri il divario è stato netto, abbiamo concesso solo 19 tiri in porta e solo 11 tiri nello specchio. Dario Giaimo l’allenatore dell’Enna è bravissimo ed è uno che ci ha imbrigliato sempre benissimo in passato ma ieri per una volta abbiamo fatto un’ottima partita superando le difficoltà che comunque ci sono state nel finale di tempo. Abbiamo concesso pochissimo, segno che difensivamente abbiamo fatto molto bene confermando il trend avviato ad Alcamo. E quando si difende bene, si recuperano più palloni nelle loro transizioni, si creano dei contropiedi dove siamo letali. Ieri tutti i pivot bassi hanno fatto benissimo: Luca Filetti, Simone Falcone, Filippo Azzolina e Giuseppe Castellana sono stati precisi, attenti, puntuali, essenziali, consentendo spesso di ripartire alla squadra… ieri devo dire che tutti ci siamo espressi bene, con una partita che non ha lasciato dubbi sul risultato. Poi il bomber Tamu è tornato a segnare con regolarità e sono molto felice dei gol sporchi, che un pò gli mancavano nel suo enorme bagaglio tecnico e che nelle ultime due settimane sta trovando… Inoltre il gol con Suffia nel contropiede è da manuale del futsal sul 2 contro 1, senza portare la palla, assist sul rimorchio e tiro di prima. Su Andrea Savoca mi sono espresso già pubblicamente, ma la cosa che più mi ha reso felice ieri è stata la felicità di Dario e Ricky per Andrea. Non so cos’è ma in questa squadra sin dal primo anno i portieri hanno avuto un rapporto speciale tra loro, nonostante la concorrenza tra loro ed il fatto che tutti potrebbero giocare ovunque. E Dario Troìa in questo contesto si è inserito benissimo, sposando questo progetto con il cuore prima che con le prestazioni e vederlo ieri sera felice per Andrea mi dice molto sullo spessore della persona che abbiamo inserito in questo gruppo. Ora per i ragazzi viene il difficile ma anche il bello: se nelle quattro partite che ci mancano da qui alla fine del girone dell’andata facciamo bene con un bagaglio congruo di punti allora il girone di ritorno ci sarà da divertirsi per tutti. Ma lo potremo fare solo ritrovando quello che abbiamo dimostrato nelle ultime settimane: remando tutti insieme nella stessa direzione, non alzando mai la testa, in apnea, con gli occhi aperti ma sognando di rivoluzionare questo campionato”

Giuseppe Andrea Di Bella

.

Tags: ,

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: