Fratelli d’Italia: “Anche al tramonto Miroddi conferma l’incapacità di amministrare”

[Comunicato Stampa]

Nel corso di questi anni ci siamo interessati – a dire il vero unici a farlo – a tutto quello che ha riguardato l’amministrazione di questo Comune, e alle operazioni a dir poco fantasiose che Miroddi e i suoi compagni di avventura hanno realizzato, anche sul bilancio.

Pochi giorni fa abbiamo ottenuto il dietrofront sul reperimento dei fondi per il Maggio in fiore, 3.000,00 euro che la Giunta voleva prelevare dal fondo di riserva, indebitamente: il problema non è organizzare la manifestazione (peraltro Cortili e balconi fioriti è un’idea dell’allora Assessore Tudisco, oggi scopiazzata – male – da Gagliano) che è prevista nel nostro programma insieme a tante altre, ma pianificare le iniziative che si vogliono realizzare nel corso dell’anno per rendere la Città viva, e non improvvisare, affannando per trovare pochi spiccioli.

Ma la programmazione per questi signori, si sa, è un qualcosa di sconosciuto.

Oggi denunciamo l’ennesima marachella dell’Amministrazione Miroddi, che evidentemente ha una strana passione per il fondo di riserva, o, più semplicemente, non ha la minima idea di come vada usato: basta vedere infatti che, con la delibera 14/2018, la Giunta a guida Miroddi ha deciso di finanziare il carnevale piazzese prelevando i soldi (2.000,00 euro) sempre dal fondo di riserva.

Al di là dell’importo, è evidente che questo abuso amministrativo si poteva evitare pianificando per tempo la manifestazione (eppure si sa che il carnevale arriva ogni anno) ed evitando queste scempiaggini.

Ma non basta, perché questi signori con la delibera 48/2018, di una settimana fa, hanno anche deciso di modificare le tariffe per i servizi comunali a domanda individuale (Teatro Garibaldi, Pala Ferraro, campo Sant’Ippolito) per l’anno in corso.

Un vero peccato che, mancando il bilancio approvato, tutte le iniziative in materia finanziaria successive al 31 marzo – termine ultimo di approvazione del documento finanziario -, non possono più essere adottate dalla Giunta.

Ovviamente non prenderemo nessuna iniziativa nelle sedi opportune, anche perché siamo contrari all’accanimento terapeutico: riteniamo semplicemente che fra due mesi, staccata definitivamente la spina a questa Amministrazione, dovrà essere fatto un lavoro di immediata risistemazione dei conti e di 

accertamento delle responsabilità di chi ha sbagliato, e dovrà, soprattutto, finire l’abitudine di far pagare ai cittadini tutte le colpe amministrative di questi anni (finalmente, chi ha sbagliato pagherà di tasca sua).

Alessio Cugini

Portavoce Comunale FdI

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: