Cosa ci ha fatto di male la Villa Garibaldi?

14528416_10210998430301884_844596025_n
Foto del 30/09/2016

Quanti articoli e/o reportage sono stati fatti sulla Villa Garibaldi? Abbiamo perso il conto, io personalmente ne ho fatti parecchi, cosa è cambiato? A cosa è servito? Assolutamente a nulla, non è servito nemmeno il nobile gesto, avvenuto tempo fa, di  un gruppo di giovani che avevano adottato la Villa curandola quasi giornalmente, nemmeno ciò è servito a qualcosa, bastavano un paio di giorni d’assenza e la Villa ritornava ad essere un luogo di incuria e degrado.

E che dire del fantastico impianto di videosorveglianza, fatto installare dalla passata amministrazione e costato un bel po’ di soldini? Il tutto è durato a malapena un mese, l’impianto aveva dei difetti, l’impianto è stato distrutto, l’impianto non è servito assolutamente a nulla. La Villa ripiomba nel degrado.

Il parco giochi per bambini ridotto, da almeno un decennio, ad un luogo lugubre, quasi macabro brutto da vedere, brutto starci, brutto perfino per farci defecare il cane, brutto anzi bruttissimo, come tutta la Villa d’altronde, ridotta ad essere un luogo dove nessuna legge vige se non quella dell’anarchia: il caos.

Manifestazioni varie, Piazza Pulita, il sindaco che si arma di scopa e paletta ma niente, è più forte di noi, la Villa Garibaldi va devastata e continuiamo con bottiglie vuote, immondizia varia, infiniti cartoni di vino vuoti, transenne, verde non curato, la fontana perennemente spenta e sporca, le panchine di marmo rotte. Sempre e per sempre, ma a sto punto che caspita ci ha fatto di male sta benedetta Villa Garibaldi? Cosa passa nella testa di chi va li con il solo scopo di devastarla? Possibile mai che nessuno vede nulla? Tempo fa, con alcuni amici, abbiamo sorpreso un gruppo di bimbi idioti ad imbrattare con della vernice la Villa e suoi monumenti: li abbiamo bloccati, abbiamo segnalato il tutto ai Vigili Urbani, ma niente la Villa Garibaldi è il nostro, passatemi il termine duro, “cesso a cielo aperto” dove poter sfogare i nostri istinti primordiali.

14528379_10210998430381886_1566236096_nMa che fine hanno fatto gli ultimi romantici? Era bello andare alla Villa con la ragazza, cercare un angolo buio per osservare meglio le stelle oppure per salire nella parte alta e godersi quella vista mozzafiato sul nostro duomo. La Villa Garibaldi è un confessionale, ha visto nascere amori, ha visto anche dissolvere amori, ha visto lacrime e sorrisi, ha visto cose che noi umani nemmeno possiamo immaginare, ci ha visto crescere e ci ha visto distruggerla. Cosa ci ha fatto di male la Villa Garibaldi?

Inciviltà, incapacità amministrativa, strafottenza, deficienza, stupidità e tanti altri epiteti che non posso scrivere ma che potete benissimo immaginare, hanno contribuito a rendere quello che un tempo era un gioiello di Piazza Armerina in ciò che vediamo adesso.

Cosa pretendo scrivendo questo altro articolo? Niente, anzi, rinnovo l’appuntamento fra qualche mese quando qualcun altro farà un servizio fotografico alla Villa e ci ricamerà le solite parole, io stesso probabilmente mi cimenterò nell’ennesimo articolo, è un circolo vizioso da cui non possiamo sottrarci.

Resto in attesa però che un qualche eroe la venga a salvare riportandola al suo vecchio splendore, lo so, sto sognando, ma lasciatemi sognare (con la chitarra in mano).

Benito Rausa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: