Il Comune di Piazza Armerina rischia lo squilibrio finanziario

Si apre nel peggiore dei modi l’anno per il Comune di Piazza Armerina. In una delibera, datata 3 Gennaio 2017, si legge che la Giunta Comunale ha preso atto di possibili situazioni di squilibrio finanziario.

La vicenda, per chi se la fosse persa, fa riferimento al Decreto del Presidente della Regione Sicilia che, estinguendo l’IPAB San Giuseppe (la casa di riposo ndr), ha affidato al Comune di Piazza Armerina il personale del suddetto ente con le annesse situazioni debitorie.

La casa di riposo San Giuseppe ha una pesante situazione debitoria che si aggira a quasi 4 milioni di euro (dato del Luglio 2016), è facile dunque intuire come il Comune non sia in grado di assolvere tale compito che comporterebbe un pesantissimo aggravio per le casse comunali, il dissesto finanziario a quel punto sarebbe una terribile realtà.

Ma non è finita qui, come si legge nella delibera, l’assunzione dei 9 dipendenti, oltre a comportare un aumento di euro 265.829,34 andrebbe a vanificare la stabilizzazione del restante personale precario che dovrebbe completarsi entro il 2018.

La delibera, lunga ben 25 pagine, è stata inviata al Presidente della Regione Rosario Crocetta, all’Assemblea Regionale Siciliana, alla Corte dei Conti, al Presidente dell’ANCI, ai vari assessorati regionali, al commissario straordinario per l’esecuzione del decreto del Presidente della Regione.

Nella peggiore delle ipotesi dunque, il Comune di Piazza Armerina si avvierebbe verso il dissesto finanziario con la conseguenza di avere l’ente comunale paralizzato ed obbligato ad agire solamente per non aggravare la situazione debitoria.

Vi sono poi anche conseguenze sul piano sociale: aumento delle imposte locali portate al massimo consentito, mense scolastiche e/o scuola bus non più gratuiti, inoltre vi sarebbe il rischio di rideterminare la dotazione organica visto e considerato che la spesa per il mantenimento verrebbe drasticamente ridimensionata.

Insomma, la situazione che si prospetterebbe per il Comune di Piazza Armerina e per gli stessi cittadini non è della più rosea, c’è però da aggiungere e sottolineare che nulla è ancora perduto, nelle prossime settimane infatti si aspetta la sentenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa che si pronuncerà su l’intricata vicenda.

Piazza Armerina rimane col fiato sospeso.

QUI la delibera del 3 Gennaio 2017

Benito Rausa

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: