Sconfitta amara per la Gear a Palermo, La Morella: “Amareggiati ma soddisfatti del gioco espresso”

Sconfitta Gear: La Gear perde contro il Palermo Calcio a 5 per 2 a 1.

La Gear Bevande Calì si trova ad affrontare il Palermo Calcio a 5 nella sesta giornata di campionato di serie C1. La Gear, questa volta in trasferta a Palermo, è chiamata a fare meglio rispetto alla gara disputata contro il Villaurea, in cui la nostra squadra ha avuto difficoltà nell’esprimersi in campo.
Il livello della partita è molto alto e si nota molta bravura da ambedue le parti. Scendono in campo nel quintetto iniziale: Dario Troìa, Simone Falcone, Mirko Russo, Salvatore Bruno e Luca Tamurella. Il primo tempo molto movimentato, la Gear sembra aver capito come gestire la prima parte di match cosa che sembrava complicata viste le gare precedenti in cui spesso erano spenti e permettevano agli avversari di gestire con tranquillità la partita. Dopo pochi minuti passano in vantaggio i palermitani con il loro capitano Mineo, ma risponde subito Salvatore Bruno uno degli uomini più in forma alla corte di Mister La Morella, in grado di fare un ottima fase difensiva, (compreso tutto il lavoro “sporco” nel recuperare palla) ed essere pericoloso in attacco (infatti ha già trovato il goal in altri match). I ritmi sono davvero molto alti, la partita procede sulla parità e si vede un bel gioco. A pochissimo dalla fine, un tiro da fuori riesce a bucare la rete e mandare in vantaggio i padroni di casa chiudendo così il primo tempo sul risultato di 2-1.

I giocatori scendono in campo per il secondo tempo e sembra che il discorso motivazionale del Mister La Morella abbia sortito effetto, infatti la squadra è molto più propositiva e schiaccia in difesa gli avversari, costretti sempre a delle ripartenze per trovare pericolosità nelle zone di Dario Troìa. Ma nonostante questo la Gear non riesce a trovare la rete del pareggio, vani i tentativi di tutti gli attaccanti della squadra che vedono la palla parata dal portiere o semplicemente passare a poco distanza dalla porta. Comunque in campo si è davvero visto un bel gioco, propositivo, sembra che la gara col Villaurea sia ormai un brutto ricordo, è mancata soltanto la concretezza davanti la porta vista la quantità enorme di tiri fatti dalla Gear.

Voglio complimentarmi in maniera particolare con Simone Falcone, un giovanissimo della nostra squadra che sta giocando in maniera davvero eccellente, ed è già stato messo sotto osservazione da esperti di Futsal, a lui i nostri migliori auguri. Eccellente anche la prestazione dei portieri: Troìa della Gear è ormai una sicurezza e quando viene chiamato in causa è sempre in grado di mettere una pezza non facendosi trovare mai impreparato, meravigliando anche la tifoseria avversaria e il giovane portiere del Palermo Di Maria che ha fatto vedere dell’ottima qualità in campo parando dei tiri molto pericolosi dei nostri attaccanti. Ci auguriamo che le prossima gare siano diverse per risultato ma ripetendo il bel gioco visto in campo contro il Palermo.

Passiamo al parere del Mister La Morella: “Oggi nonostante la sconfitta sono molto soddisfatto della prestazione. Forse meglio di così è impossibile giocare (ad eccezione della poca precisione nei tiri in porta), con un futsal propositivo, offensivo e di qualità. Eppure abbiamo perso e questo lascia una forte amarezza perchè in campionato così difficile ed equilibrato bisogna coniugare le prestazioni con i punti in classifica per giocare con minor pressione. Un primo tempo combattuto, dimostrato dai 16 tiri del Palermo contro i 20 nostri, ma un secondo tempo stra-dominato in lungo e largo (testimoniato dai 28 tiri a 12), su tutti i fronti, con una grande capacità di proporci, di stare corti, di sfiancare gli avversari… eppure abbiamo perso e quando si perde così è atroce perchè 48 tiri contro 28 sono un’ennesima dimostrazione di grande forza offensiva (ieri accompagnata da un’ottima fase difensiva se abbiamo concesso solo 28 tiri agli avversari) ma ancora una volta un solo gol (una percentuale talmente bassa da farci impallidire). Indubbiamente dobbiamo migliorare la precisione nei tiri in porta se è vero che dei 28 tiri in porta del secondo tempo solo 7 hanno centrato lo specchio (25% è abbastanza poco) a cospetto del 55% del primo tempo… Però non posso dire nulla sulla prestazione, collettiva e individuale , i ragazzi hanno lottato come leoni, si sono aiutati in campo come una vera squadra, mostrando un’ottima organizzazione al cospetto di avversari di buonissimo livello, con alcuni elementi tecnicamente fortissimi, ma che dal punto di vista fisico nel secondo tempo abbiamo schiacciato… Mi spiace molto per chi ha giocato poco o non è entrato ma in una partita dove era fondamentale recuperare ho cercato di accorciare le rotazioni per mettere in campo giocatori già caldi e questo ha accorciato le rotazioni…. Oggi però alla squadra non posso rimproverare nulla e se le prestazioni saranno queste arriveranno anche i risultati anche cercando di recuperare un pò di tranquillità sotto porta dove forse abbiamo troppa frenesia. Chiudo dicendo che andare in un campo come Palermo, con molto pubblico e tifo per la squadra locale, ed uscire applauditi e con tantissimi complimenti da parte degli avversari e dei tifosi avversari non può che renderci felici ed è il segnale che comunque la strada è quella giusta.”.

Giuseppe Andrea Di Bella

Tags: ,

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: